Christian report

Chiese evangeliche in Italia 

La vision del Ministero Sabaoth è cambiare la storia religiosa dell’Italia e non solo, proprio per questo il Ministero Sabaoth conta numerose Chiese e Missioni non solo in Italia ma anche all’estero: Germania, Svizzera, Albania, Spagna, Perù e Brasile.

Ogni Sabaoth Church ed ogni Missione nasce con il proposito di mantenere fede alla visione della Sabaoth di Milano.

Il Report qui allegato è un elaborato degli alunni del II anno della Scegligesuschool A.S. 2017/2018 e si propone di dare una chiara visione del panorama cristiano italiano.

È possibile scaricare l’intero lavoro in formato pdf: scarica.

Indice

  • Contesto religioso italiano
  • Situazione riassuntiva
    • Le chiese più presenti
      • Assemblee di Dio
      • Ch. dei Fratelli
    • Minoranze religiose
    •  Testimoni di Geova
    • Buddhismo
      • Centri buddhisti
  • Il mondo islamico
  • Considerazioni conclusive
  • Ministero Sabaoth
Contesto religioso italiano

In Italia il cosi detto pluralismo religioso è una forma recente. Il numero di adepti ai movimenti non cattolici è in crescente aumento. Le statistiche dipendono indubbiamente dall’occhio analitico. Tra le religioni “storiche” e i “nuovi movimenti religiosi” delle comunità protestanti vi sono diverse denominazioni, che vanno dal pentecostale o fondamentalista indipendente. Le diverse denominazioni non permettono di avere un quadro preciso dello scenario italiano, infatti tali sigle rappresentano meno dell’uno per cento dei movimenti in Italia.

Mentre per le minoranze religiose (religioni diverse dalla cattolica) possiamo evidenziare circa 866 minoranze religiose e spirituali complessivamente presenti nel nostro Paese. Secondo i dati ISTAT 60.589.445 sono i cittadini italiani, sul suolo italiano. Di questo numero circa il 3% della popolazione professa un culto diverso da quello cattolico. In questo report, abbiamo evidenziato il panorama religioso italiano, considerando le “minoranze religiose”, ossia il mondo protestante e le altre correnti religiose maggiormente praticate in Italia.

Distribuzione dei protestanti cittadini italiani (stima CESNUR 2017)

La nostra indagine ha evidenziato i centri di culto evangelici registrati nei comuni italiani. Il numero delle associazioni è stato comparato con i dati forniti dalle stesse associazioni. Per aver un quadro più specifico la pletora di dati è stata confrontata con le informazioni ottenuta dal CESNUR, il Centro Studi sulle Nuove Religioni.
La tabella, stimata dal CESNUR 2017, evidenzia i gruppi protestanti presenti i italia. In particolare, dai dati della nostra indagine è emerso che le Assemblee di Dio (ADI) rappresentano la denominazione più influente in Italia con circa 165.000 fedeli.

Il dato, “storico”, racchiude le chiese quali valdesi, luterani, riformati, calvinisti, battisti, metodisti. Mentre, gli “altri” sono secondo CESNUR i gruppi quali Christian Science, The Family, Vita Universale e la Chiesa Neo-Apostolica. Il movimento holiness (chiese libere) può essere considerato uno sviluppo delle idee di John Wesley (1703-1791) sulla santificazione. Le maggiori denominazioni del movimento holiness sono la Chiesa di Dio (Anderson, Indiana), la Chiesa del Nazareno e l’Esercito della Salvezza.

Situazione riassuntiva – Chiese evangeliche in Italia

I protestanti più numerosi in Italia sono i pentecostali con circa 600.000 fedeli regolarmente censiti nelle varie chiese e comunità. Come sottolineato in precedenza, questo numero è dato dalle Assemblee di Dio in Italia, e dalle altre correnti pentecostali minori più tradizionali e vicine al metodismo e all’anglicanesimo, 50.000 fedeli sono da attribuire alla Chiesa apostolica italiana. Le altre confessioni protestanti sono: quella valdese con 35.000 membri, battista 20.000, Assemblee dei fratelli 20.000, anglicana 15.000, luterana 8.000, metodista 6.000.

Questi numeri sono distribuiti sul territorio italiano. Studiando e analizzando i comuni italiani abbiamo ottenuto una pletora di dati che sono stati graficati nella pagina precedente. Mostrando in modo lampante la situazione nel mondo evangelico. Il grafico tuttavia non è completo, alcune confessioni, chiese indipendenti sono stati raggruppati nel conteggio delle altre chiese. Inoltre questi dati mancano dei gruppi e associazioni protestanti che non si sono registrati come chiesa o movimento religioso.

Le chiese più presenti – Panoramica

 

Assemblee di Dio

Le Assemblee di Dio in Italia prendono il loro nome dal rapporto di intesa stipulato nel 1947 dalla maggioranza delle congregazioni pentecostali italiane con le Assemblee di Dio americane.

Secondo dati ricercati, le ADI contano 1.121 Chiese, gruppi e missioni in tutta Italia, con circa 165.000 fra membri. I pastori delle comunità italiane sono 608. Tale dato manca tuttavia delle chiese di distinti gruppi etnici, come la Missione Evangelica Rumena (ADI-MER), la Missione Evangelica Filippina (ADI-MEF), la Missione Evangelica Srilankese (ADI-MES) e la Missione Evangelica Ghanese (ADI-MEG).

Nel 2006 si manifesta in alcune comunità delle Assemblee di Dio in Italia un dissenso relativo ai rapporti fra la direzione nazionale di Roma e l’autonomia delle singole congregazioni locali, un vecchio problema nella storia del pentecostalismo, le cui organizzazioni nascono con sentimenti anti-denominazionalisti ma poi fatalmente si istituzionalizzano. Il dissenso porta all’uscita di tale gruppo dalle Assemblee di Dio in Italia (ADI) e alla formazione di una nuova realtà, la Chiesa Cristiana Evangelica Italiana (CCEI).

Attualmente la CCEI – il cui presidente pro-tempore è il pastore Cataldo Abbattista, e una cui fase importante recente è il dialogo avviato per un patto fraterno con la Chiesa valdese – comprende circa 30 comunità e più di 90 ministri accreditati, per un totale di circa 2.000 fedeli.

Ch. dei Fratelli

Il movimento dei Fratelli in Italia nasce dalle Chiese cristiane libere, nate in Toscana nel 1833 e animate dal conte Piero Guicciardini di Firenze. Le Assemblee dei Fratelli si collocano nella tradizione “risvegliata” del protestantesimo. L’identità dei Fratelli mette in risalto il ruolo centrale riconosciuto alla Bibbia, il sacerdozio universale dei credenti e l’enfasi evangelistica e missionaria.

Attualmente le Assemblee italiane sono 296 e coinvolgono circa 20.000 persone, con una crescita lenta e costante e nuovi gruppi nascenti in ragione di specifici progetti evangelistici, come il progetto Puglia 2020 che prevede l’evangelizzazione di tutta la Puglia entro il 2020.

Minoranze religiose – Panoramica

Questa tabella del www.cesnur.com evidenzia le diverse minoranze religiose presenti sul territorio italiano. Oltre al mondo protestante, vi è un elevato numero di Testimoni di Geova, Musulmani e Buddhisti, gruppi che sono stati presi in esame per la stesura di questo report. Tuttavia questo dato è sottostimato, perché non prende in esame i cittadini non italiani, gli immigrati o gli individui irregolari che professano sul territorio.

I dati statici riguardo i flussi immigratori, sottolineo una buona percentuale di immigrati ortodossi (30%), musulmani (32,5%), cattolici (18%), protestanti (4%) e altre religioni.

Altre religioni – Testimoni di Geova

Secondo il sito ufficiale, nel nostro Paese ci sono oltre 250 mila ministri che insegnano la Bibbia, con quasi 3000 Congregazioni. In generale si contano 1 testimone di Geova su 241 abitanti.

Come evidenziato dalla cartina, le congregazioni sono distribuite in modo pressoché uniforme sul territorio. Tuttavia, le regioni con un elevato numero sono Lombardia, Campagna, Lazio e Emilia-Romagna.

La sede principale dell’organizzazione è stata spostata da Roma a Bologna, recentemente, dimostrando come questo ente stia prendendo sempre più piede nella regione emiliana.

I testimoni di Geova rappresentano la seconda religione professata in Italia, dopo il cristianesimo.

La dottrina orientale – Buddhismo

Il buddismo è il terzo credo in Italia. Ci sono due tipologie di “famiglie”: l’Unione buddhista italiana (riunisce tutte le correnti e concorrere per 8 per mille), e l’Istituto Soka Gakkai (www.sgi-italia.org), che si rifà alla tradizione giapponese.

L’Unione Buddhista Italiana (U.B.I.) è stata fondata a Milano nel 1985 da centri buddhisti di tutte le tradizioni presenti in Italia, con lo scopo di rispondere alle richieste sempre più numerose degli italiani interessati al buddhismo.

I templi Buddisti sono diffusi soprattutto nel centro- nord. Milano con ben 15 centri buddisti. Il più grande centro di culto della Soka Gakkai si trova a Milano, a Corsico,

Centri buddhisti

Il maggior numero dei centri e templi buddhisti sono interessati nel centro-nord del paese. Anche nelle regioni quali Trentino-Alto Adige che dalle nostra analisi non presenta centri cristiani evangelici Da questa analisi sono esclusi i centri non accreditati e le palestre dove lo yoga o altre pratiche del buddhismo vengono regolarmente praticate.

Il mondo islamico – la terza religione in Italia

La stima dei musulmani cittadini italiani in 367.100. Tuttavia questo dato non prende in considerazione le fluttuazioni dovute all’immigrazione. Questo dato non è dovuto a conversioni ma al numero dei “nuovi cittadini” che erano già musulmani al momento di acquisire la cittadinanza italiana.

In Italia sono state censite 1.205 strutture islamiche, tra cui 4 moschee, 858 luoghi di culto e 343 associazioni culturali. La regione maggiormente ospitante è la Lombardia, seguita dall’’Emilia Romagna, il Veneto, la Sicilia e il Lazio. I dati sui neo-convertiti sono falsati, poiché includono anche quelle conversioni che avvengono solo per congiungimento matrimoniale.

La concentrazione della maggior parte dei musulmani residenti in Italia nelle quattro regioni è legata ad un’immigrazione di tipo economico, inseritasi nel corso degli anni nel tessuto socio-produttivo delle industrie e delle piccole medie imprese del Nord. Ci sono poi le singole specificità, come la città di Roma, in cui sono residenti circa 120 mila musulmani, prima città italiana per numero di fedeli islamici, che insieme al comune di Milano (circa 95 mila presenze), rappresenta l’8% di tutti i musulmani in Italia, stranieri e non.

Considerazioni conclusive

 Questa indagine, del contesto religioso italiano non ha tenuto conto delle minoranze religiose quali, l’induismo, filosofie orientali, la New Age, e i culti esoterici. Questa fascia non è trascurabile nel nostro paese, tuttavia non ci sono dati attendibili che ci permettono di avere un quadro solido di tale contesto.

Una minoranza religiosa che sta prendendo piede sul suolo italiano è la cosiddetta, ’“antica sapienza” (ancient wisdom). Religione che racchiude tutte quelle pratiche di tradizione arcaica, esoterismo, occultismo e i movimenti ispirati allo spiritismo o ai dischi volanti.
In Italia il numero degli adepti è di 16.400 complessivamente.
Questo numero, manca dei circa 40.000 iscritti alle varie obbedienze massoniche.

Il dato è soggetto a forti variazioni considerando che soprattutto i giovani sono incuriositi dall’esoterismo definibile “fai da te”, ma non è possibile avere un numero preciso in questo caso.

Il nostro studio ha evidenziato come le regioni italiane siano una culla per il pluralismo religioso.

 Tuttavia, possiamo vedere come vi siano delle differenze specifiche.

Il meridione ha una matrice fortemente cristiana sia di tipo cattolico che protestante. Mentre regioni quali Lombardia e Piemonte, le chiese protestanti sono in minor numero rispetto il sud, ma sono quelle che “garantiscono” la cristianità regionale. Tuttavia, nelle medesime regioni le minoranze religiose hanno preso piede, vediamo un numero massiccio di Testimoni di Geova, e templi buddhisti.

Un dato interessante è che vi sono regioni quali il Trentino-Alto Adige e il Friuli-Venezia-Giulia che mancano di una forte componente cristiana. Vi sono le confessioni “tradizionali” come la chiesa anglicana, le Assemblee di Dio, tuttavia non vi sono dati in merito alle nuove conversioni. Mentre possiamo evidenziare la chiusura di alcune chiese protestanti in queste due regioni o il ricollocamento degli immobili.

Dalle nostre ricerche si sono rivelate un forte numero di “conversioni” verso il mondo buddhista, ci sono infatti diversi templi buddhisti sul territorio.

Ministero Sabaoth

In questo scenario, e panorama religioso è sorto il Ministero Sabaoth, una chiesa protestante pentecostale la cui visione è di cambiare la storia religiosa d’Italia e non solo, ritornando ad avere una fede viva, come quella dei primi cristiani.

Il Ministero Sabaoth crede che il risveglio sarà possibile solo entrando nel tessuto della società ad ogni livello per predicare il Vangelo. Per adempiere a questa mission, la chiesa usa ogni strumento messo a disposizione, dalla musica, alla danza, all’arte visiva e non solo.

Con questa visone il ministro si sta lanciando nello stabilire la cultura del Regno di Dio attraverso l’apertura di chiese locali impiantate in ogni città d’Italia e nel mondo.

 ELENCO CHIESE SABOTH

ELENCO COMUNI PRIVI DI CH. EVANGELICHE

ELENCO CHIESE EVANGELICHE